Archivi
 
Archivio 'zibaldone'
 
Archivio 'il punto'
 
 
Lo zibaldone  Lo zibaldone
 

Investire in politica estera è investire nel futuro dei nostri figli

Ballarò
27 febbraio 2015

Giannini: [...] Volevo farle proprio questa domanda: Il ruolo dell'Italia in tutto questo (la crisi mediorientale n.d.r.) qual è?

Bonino: Ma innanzitutto penso che il mio Paese, che pure considera invece  la politica estera come una specie di  perditempo per diplomatici o non so... per politici perdigiorno è meglio che si renda conto che quando si parla di politica estera, si parla della vita di ogni giorno di tutti voi, si parla per esempio di energia, di costo dell'energia, si parla di sicurezza, si parla di esportazioni, di quello che produciamo e che va ovunque, quindi dovremmo davvero capire che non è uno sport da perdigiorno e invece non lo facciamo... guardi, se noi guardiamo rispetto ai partner europei, che sono poi la Germania, l'Inghilterra, la Francia, noi spendiamo meno di tutti in politica estera. E in più, quando arrivano queste sfide, non è tanto la sparata, la dichiarazione, il tweet di turno, bisogna darsi i mezzi e la capacità di intervenire. Lei capisce bene, noi siamo un Paese che ha 900 diplomatici in giro per il mondo, più o meno, dopodiché, tanto per non sbagliarmi, i tedeschi sono il doppio, i francesi sono il triplo, come capacità quindi di informazione, di iniziative ragionate, di... gli inglesi sono il quadruplo. Dopodiché noi dovremmo capire veramente che ruolo vogliamo giocare... ma per il futuro dei nostri figli…

Giannini: Non è solamente un fatto di potere...

Bonino:...non è un fatto di potere e non l'abbiamo capito. Veda, il nostro bilancio degli Esteri è lo 0,2, rispetto al bilancio nazionale. E' come dire che se ci fosse un bilancio dello Stato a 500 euro, complessivo, noi ne dedichiamo 1 a questi temi, 1!

Giannini: E siamo ultimi in classifica in Europa...

Bonino: Come Lei vede, noi dobbiamo fare in modo di cambiare questo tipo di... Io sono un'europeista convinta, ma noi non possiamo sempre aspettare solo tutto dall'Europa in questo piagnisteo senza fine, siamo un grande Paese, siamo un Paese  del G7, siamo un Paese di 60 milioni di abitanti, siamo un Paese  che vuole produrre, che vuole crescere, che vuole stare al mondo... non si può andare avanti pensando che si fanno le nozze con i fichi secchi... scusatemi, davvero, non è il sogno di qualche perdigiorno... non è così... è che il futuro, il presente già, ma il futuro dei nostri e dei vostri figli si giocherà appunto con il rapporto con gli altri. Non è chiudendo le frontiere che ci sarà un futuro davvero per le nuove generazioni.

Giannini: Non c'è dubbio...