Archivi
 
Archivio 'zibaldone'
 
Archivio 'il punto'
 
 
Lo zibaldone  Lo zibaldone
 

Duemila ragazzi simulano i lavori delle Nazioni Unite
16 marzo 2015

Alla Università Luiss Guido Carli, si sta svolgendo "RomeMUN 2015", tema: "Diplomazia, Expo 2015 e Carriere Internazionali". Duemila giovani, provenienti da oltre 100 Paesi sono impegnati nella più grande simulazione europea che riguarda argomenti che hanno a che fare con le Nazioni Unite. È come fossero al Palazzo di Vetro. Esercitano le migliori doti diplomatiche a loro disposizione. La metà sono italiani, il resto stranieri arrivati per l'occasione. L'idea è di dare l'opportunità ai giovani di orientarsi consapevolmente verso migliaia di opportunità professionali all'estero. Lo scopo del "Rome Model United Nations" è anche quello di avvicinare ai grandi temi politici partecipando attivamente a esercitazioni che spesso si concludono con "risoluzioni" proprio come all'Onu. Rigorosamente in inglese, ma con traduzioni in arabo, cinese, russo, spagnolo, francese, l'evento coinvolge i giovani in 10 commissioni per sperimentarsi sul tema dell'Esposizione di Milano: "Nutrire il pianeta, Energia per la vita". Ci sono universitari in Relazioni Internazionali, Giornalismo, Sociologia, Scienze Politiche, in molte altre discipline, o studenti liceali: molti hanno già fatto esperienze di lavoro all'estero. I lavori sono iniziati alla presenza degli ambasciatori del Brasile Ricardo Neiva Tavares, di Albania Neritan Ceka, del Kazakistan Andrian Yelemessov, del Pakistan Tehmina Janjua, dell'Azerbaijan Vakif Sadigov, di Palestina Mai al Kaila, del Mozambico Carla Elisa Luis Mucavi, della Repubblica Slovacca Iztok Mirosic, dello Zimbabwe Godfrey Magwenzi. Rome Model United Nations è organizzata dall'Associazione Giovani nel Mondo e dal portale "Carriere Internazionali", e si conclude dopodomani. Ancora Expo: per due giorni, da domani, il Padiglione Italia sarà al Maxxi, dove il 23 si potrà conoscere il Padiglione Cile. Continua l'intenso impegno culturale dell'ambasciata italiana a Washington, questa volta il tema trattato sarà il riscaldamento del pianeta. I119 marzo nella sede diplomatica verrà proiettato "Sulle tracce dei ghiacciai-Missione Alaska", il documentario racconta la spedizione italiana che si è inoltrata in una delle zone più gelide del globo. Il fotografo Fabio Ventura con un team di glaciologi italiani e internazionali ha seguito l'andamento dei ghiacciai nel mondo e concluso dopo la spedizione in Alaska che i ghiacci da quelle parti stanno arretrando al 90% circa. Il film sarà presentato all'"Environmental Film Festival in the Nation's Capital". «L'argomento è in sintonia con l'Expo», ha sottolineato l'ambasciatore italiano negli Usa Claudio Bisogniero. Si è svolto alla Deutsche Schule di Roma l'"Open Day" che ha raccontato i vantaggi dello studio nella scuola internazionale tedesca, capace di fornire una ricca cultura e che opera in un complesso scolastico di grande bellezza con molti impianti sportivi.