Archivi
 
Archivio 'zibaldone'
 
Archivio 'il punto'
 
 
Lo zibaldone  Lo zibaldone
 

Farnesina, bilancio trasparente. Pistelli: "Facciamo un lavoro mostruoso con risorse miserevoli". Tutti i dati online
28 maggio 2015

La Farnesina fa “un lavoro mostruoso con delle risorse miserevoli”. E con orgoglio sceglie la strada della massima trasparenza, come annunciato oggi dal vice ministro degli Esteri Lapo Pistelli durante la presentazione dell'iniziativa "Bilancio Trasparente", nell'ambito della manifestazione "Farnesina Porte Aperte" e della quinta Giornata della Trasparenza.

Da oggi chiunque può leggere online quanto e come si spende per la nostra politica estera, in modo facilmente comprensibile anche per i non addetti ai lavori. Ai dati si può accedere nel sito della Farnesina, sotto la sezione amministrazione trasparente. "Per un'iniziativa non originata soltanto da un bisogno di trasparenza, ma anche di outreach esterno - ha sottolineato il vice ministro - c'è bisogno di far capire al resto del mondo che cosa si fa, cioè dove vanno questi soldi, quante iniziative facciamo. Nel 2014 ci sono state 334 visite di capi di Stato e di governo (presidenti della Repubblica, del Consiglio e ministro degli Esteri) in un anno, e ciò richiede un certo lavoro.

All'estero ci sono stati 67 bilaterali, abbiamo 30 mila ragazzi iscritti a scuole italiane e 70 mila ai corsi di italiano agli Istituti italiani di cultura. Mille e cento eventi solo per la settimana della promozione della Lingua italiana nel mondo, 180 missioni archeologiche, cinquemila borsisti e ottomila bandi di gara. È un lavoro mostruoso di cui si sa pochissimo - ha sottolineato il vice ministro - e viene fatto con una quantità di risorse miserevoli". Ossia 2 miliardi di euro, nel 2014, di cui 1,3 mld trasferiti a organizzazioni internazionali e altri enti.

Pistelli non ha usato giri di parole per denunciare come sia stata "maltrattata negli ultimi anni la politica estera di questo paese in termini di risorse", commentando i dati di bilancio della Farnesina da oggi fruibili sul sito web, dove si evidenzia sia la destinazione delle risorse finanziarie provenienti dal contribuente che i servizi e le attività realizzati con tali risorse. Grazie a rappresentazioni grafiche “navigabili”, viene spiegato dettagliatamente, anche ai non addetti ai lavori, come vengono utilizzate le risorse finanziarie e perché è importante continuare a spenderle, evidenziando i servizi e le attività realizzate.

Il viceministro ha tenuto quindi a ricordare quale sia questo lavoro, dal coinvolgimento dell'amministrazione della Farnesina nelle missioni militari all'estero, alla crescente penetrazione del sistema economico italiano nei mercati internazionali, "tanto che in molti paesi il nostro export è cresciuto a doppia cifra", all'aiuto allo sviluppo a tutto il lavoro di assistenza all'estero, con 5 milioni di italiani registrati all'aire e 3.000 detenuti italiani nel mondo.

Guardando alla destinazione dei fondi, si vede che "la parte preponderante sono risorse trasferite, cioè non gestite direttamente, ma contributi a enti internazionali che il ministero finanzia", come il sistema Onu, ha sottolineato Riccarda Pietrasanta, coordinatrice della programmazione economico-finanziaria e di bilancio della Farnesina, ricordando che c'è anche una sezione su come cambia il bilancio nel corso dell'anno e una sezione per gli addetti ai lavori.