Archivi
 
Archivio 'zibaldone'
 
Archivio 'il punto'
 
 
Lo zibaldone  Lo zibaldone
 

Aumentano le tariffe ai consolati italiani
"Giornale di Brescia"
"Giornale di Brescia"
22 ottobre 2015

Aumenti in arrivo per i servizi offerti dai consolati italiani nel mondo; a farne le spese saranno anche gli immigrati, o aspiranti tali. Non solo immigrati economici, ma anche i giovani che scelgono di trasferirsi nel nostro Paese per compiere il loro percorso di studi.

La stangata è contenuta nel «disegno di legge di Stabilità 2016», varato qualche giorno fa dal governo: si attende ancora il teso ufficiale, ma nell'ultima bozza del provvedimento è già previsto l'aumento del costo dei servizi.

Tra le molte norme che regoleranno nuove entrate e nuove uscite per lo Stato, c'è infatti anche una modifica alla tariffa dei diritti consolari, con aumenti generalizzati che dovrebbero portare nelle casse pubbliche 6 milioni di euro in più ogni anno.

In particolare, aumenteranno del 20 per cento le tariffe per gli atti di stati civile, gli atti in materia di controversie, assistenza volontaria e giurisdizione volontaria e gli atti amministrativi. Avranno un'impennata addirittura del 40 per cento le tariffe per gli atti notarili o relativi alla navigazione marittima e aerea, per le legalizzazioni e le traduzioni (spesso richieste dagli stranieri) e per i diritti d'urgenza.

È prevista l'introduzione di una nuova tariffa per il «visto nazionale (tipo D) per motivi di studio», fissata in 50 euro. Un «salasso» considerevole, perché finora gli studenti non pagavano nulla per arrivare in Italia. Rimarranno invece invariate le tariffe per gli altri visti, quindi quelli per soggiorni brevi continueranno a costare 60 euro, quelli per soggiorni di lunga durata 116 euro.