Archivi
 
Archivio 'zibaldone'
 
Archivio 'il punto'
 
 
Lo zibaldone  Lo zibaldone
 

Assemblea SNDMAE: lancio Adnkronos


07 luglio 2020

Farnesina: Sdmae apre lavori in formato webinar

Roma, 7 lug. (Adnkronos)

(Ses/Adnkronos)

"Il 2020 non sarà un anno facile da dimenticare tra pandemia globale, una parziale disarticolazione del sistema multilaterale, la Brexit e segnali sempre più evidenti di un rapporto meno armonico rispetto al passato tra civiltà ed ambiente". Con queste parole l’Ambasciatore a Tripoli Giuseppe Buccino Grimaldi ha inaugurato oggi come Presidente dei lavori in formato webinar l’Assemblea del Sindacato rappresentativo della carriera diplomatica, il Sndmae.

"Nel nuovo complesso scenario - ha proseguito l'ambasciatore - le relazioni estere ed i Ministeri degli Esteri non solo si confermano, ma assumono un ruolo centrale. Ad essi è affidato il compito cruciale di proiettare il sistema paese sulla scena internazionale, esaltandone i punti di forza e attenuandone le debolezze e la rete diplomatico-consolare rappresenta il perno di tale proiezione all’estero: la sua operatività ed efficacia è quindi di vitale importanza per l’Italia".

"Nella congiuntura attuale - ha detto ancora Buccino Grimaldi - il Sindacato dovrà quindi con ancora maggior forza elaborare proposte ed iniziative per rafforzare l’unità, la coesione e la motivazione del personale, contribuire al miglioramento della formazione e dei metodi di lavoro e ottenere che le normative tengano conto delle situazioni specifiche in cui si svolge il nostro lavoro all’estero.”

E' intervenuta brevemente anche il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri, Amb. Elisabetta Belloni, per esprimere il forte apprezzamento dell’Amministrazione per il lavoro svolto, spesso in condizioni di grande difficoltà, dal personale del Ministero degli Esteri durante l’emergenza Covid-19. Dall’assistenza ai connazionali all’estero al reperimento di materiale-medico sanitario sul mercato internazionale, la struttura centrale e la rete diplomatica hanno dato un contributo determinante alla gestione dell’emergenza.

Da parte sua, il Presidente del Sinpref, Antonio Giannelli, nel ricordare la consonanza di vedute con il Sndmae, entrambi uniti da una profonda visione istituzionale caratterizzata da terzietà al servizio della Nazione, ha fatto presente come il perseguimento della tradizionale missione della carriera prefettizia di assicurare coesione istituzionale e sociale richieda una profonda riorganizzazione, fondata sempre più sulla cultura del risultato, superando definitivamente quella amministrazione formalistica per atti che ha danneggiato il Paese. E' anche indispensabile una ripresa degli specifici percorsi formativi presso la Scuola superiore dell'Amministrazione Civile dell'Interno: un problema speculare esiste per l'Istituto diplomatico.

E’ intervenuto inoltre il Direttore del Cgia di Mestre, Renato Mason che ha ribadito il ruolo essenziale svolto dalla Farnesina e dalla rete diplomatico-consolare a sostegno delle imprese italiane all’estero, già evidenziato in una apposta ricerca del 2018, ruolo oggi più che mai indispensabile sia per le conseguenze sulle nostre esportazioni del Covid-19 sia per effetto della recente riforma che ha ricondotto il Mincomes presso la Farnesina. "Negli ultimi decenni - ha riferito Mason - si è purtroppo assistito, nonostante l’Italia dipenda dalle esportazioni, ad una semplicista ed ingenua visione della globalizzazione intesa quale fenomeno finanziario, fatto che ha depotenziato e talvolta svilito la carriera diplomatica e il ruolo svolto della rete diplomatico-consolare italiana per le imprese e i cittadini".

Da parte sua, la neanche trentenne neoeletta vicepresidente del Sndmae, Ambra Franceschetti, ha sottolineato l'importanza della formazione e del coinvolgimento dei più giovani, ricordando come l'età media della Carriera diplomatica, 44,5 anni, sia una delle più basse della Pubblica Amministrazione. “Inoltre - ha continuato la Vicepresidente - il Sndmae dovrà svolgere un ruolo fondamentale nella definizione con la Funzione Pubblica dei contorni del lavoro agile.

Nel suo intervento, il Presidente del Sndmae, Francesco Saverio De Luigi, giunto alla quarta rielezione, ha evidenziato come la Carriera diplomatica e più in generale il personale tutto della Farnesina si sia "confrontato quest’anno non solo con la gestione del passaggio di competenze dall’ex Mincomes, ma anche con l’emergenza Covid e le sue conseguenze sul piano sia dei rimpatri di oltre 100.000 persone, sia sul piano dei rapporti internazionali, il tutto con la maggior parte delle sedi ridotte a poche persone, queste ultime non di rado separate per molti mesi dalle rispettive famiglie a migliaia di chilometri di distanza per l’epidemia".

"L’abnegazione e la professionalità del personale della Farnesina anche in questo frangente sono state riconosciute più volte dal Ministro Di Maio e ne siamo lieti, cosi come siamo lieti che un primo passo sia stato avviato per l’assunzione di nuove aree funzionali, il cui numero è peraltro assai inferiore rispetto a quanto richiesto dal Sndmae. Auspichiamo quindi vivamente che altre assunzioni possano seguire e che la pianta organica della carriera diplomatica (diminuita di oltre il 10% nell’ultimo decennio) venga ampliata anche alla luce delle esigenze in materia di commercio internazionale ora più che mai impellenti". "Occorre inoltre far in modo che le persone che sono state sedi disagiate o di guerra non siano penalizzate per l’assenza di contributi in anni di servizio computati d’ufficio, è un fatto inaccettabile, su cui abbiamo anche avanzato un ricorso".

"Il Sndmae - ha proseguito il Presidente De Luigi - è anche un canale di proposta e innovazione. Mi piace ricordare come sia stato proprio il Sndmae a proporre il ‘bilancio di sede’, uno strumento di semplificazione gestionale, ma la strada da percorrere in questa direzione è ancora molto lunga, come ha evocato l’Ambasciatore Buccino: efficacia dell’azione amministrativa, trasparenza, flessibilità, coerenza tra obiettivi e strumenti a favore dell’interesse generale sono concetti propri del Sndmae ed è ciò che si aspetta il Paese, ora più che mai, ed il Sndmae è pronto a dare fattivamente il suo contributo".