chi siamo
 
Statuto
 
Organi statutari
Presidente

Comitato esecutivo

Consiglio sindacale

Commissione elettorale

Commissione vigilanza

Consiglieri Rappresentanti di Area

Rappresentante soci in pensione
 
Regolamento elettorale
 
Segreteria
 
Mozione 2019
 
Iscriviti al Sindacato
Moduli iscrizione

Dati sul tesseramento
 
Assemblee
Assemblea 2019

Video lavori 2019

Trascrizione dei lavori 2019

Mozione 2019

Galleria fotografica lavori 2019

Assemblea 2018

Video lavori 2018

Trascrizione dei lavori 2018

Mozione 2018

Galleria fotografica lavori 2018

Assemblea 2017

Video lavori 2017

Trascrizione dei lavori 2017

Mozione 2017

Galleria fotografica lavori 2017

Assemblea 14 luglio 2016

Video lavori 14 luglio 2016

Trascrizione dei lavori 14 luglio 2016

Mozione 14 luglio 2016

Galleria fotografica lavori 14 luglio 2016

Assemblea 2016

Video lavori 2016

Trascrizione dei lavori 2016

Mozione 2016

Galleria fotografica lavori 2016

Assemblea 2015

Video lavori 2015

Trascrizione dei lavori 2015

Mozione 2015

Galleria fotografica lavori 2015

Assemblea 2014

Video lavori 2014

Trascrizione dei lavori 2014

Galleria fotografica lavori 2014

Relazione programmatica 2014

Relazione Presidente uscente 2014

Mozione 2014

Studio ISPI costi politica estera

Assemblea 2013

Video lavori 2013

Trascrizione dei lavori 2013

Galleria fotografica lavori 2013

Assemblea 2012

Relazione programmatica

Relazione presidente uscente

Mozione 2012

Trascrizione dei lavori

Archivio assemblee
 
Chi eravamo
Chi ci ha dato lustro

Atto costituzione

Verbale costituzione

"Solidarietà" (1946)
 
Foto
 
Video
 
 
Mozione 2012  Mozione 2012
 

S.N.D.M.A.E.
ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEI SOCI
Roma, 22 febbraio 2012

MOZIONE

L’Assemblea Generale dei Soci chiede al Governo di garantire e valorizzare le funzioni istituzionali di indirizzo e coordinamento proprie del Ministero degli Affari Esteri, cogliendo l’occasione dei cambiamenti strutturali che l’Esecutivo sta effettuando in questi mesi, per rivedere e migliorare i meccanismi di funzionamento interno e per rafforzare il ruolo della diplomazia italiana. Per questo motivo l’Assemblea dà mandato al Consiglio di svolgere la sua azione privilegiando i seguenti temi prioritari:

  1. Adoperarsi affinché il bilancio del Ministero degli Affari Esteri ritorni sopra al livello di guardia che ha abbondantemente oltrepassato in questo anno e assicurarsi che, al suo interno, siano individuate priorità chiare e condivise.

  2. Respingere qualsiasi ulteriore attacco alle risorse dei dipendenti, che sempre di più sono costretti a supplire alle mancanze dell’Amministrazione utilizzando indennità e stipendi.

  3. Adoperarsi al fine di eliminare l’ipocrita quanto iniqua misura delle cosiddette “promozioni bianche”.

  4. Adoperarsi al fine di garantire credibilità e trasparenza al processo di valutazione e promozione.

  5. Esigere una gestione delle assegnazioni di sedi e incarichi fondata su liste e criteri chiari. All’estero come a Roma.

  6. Ottenere dall’Amministrazione risposte adeguate ai timori sempre più diffusi, specie tra i più giovani, in materia di ordinato scorrimento di carriera, congelamento dei posti funzione all’estero e delle indennità.

  7. Incoraggiare l’Amministrazione ad investire di più sulla formazione di tutto il personale, attraverso l’attribuzione all’Istituto Diplomatico di maggiori risorse umane e finanziarie.

  8. Attuare politiche favorevoli alle famiglie con una particolare attenzione all’inserimento lavorativo dei coniugi, alla tutela della salute del nucleo familiare, alla scolarità dei figli, alla situazione delle coppie di fatto.